Bando per il sostegno alle start-up innovative piemontesi

Nell’ambito dell’Accordo di Programma fra il Ministero dello Sviluppo Economico (MISE) e Unioncamere, le Camere di commercio del Piemonte, coordinate da Unioncamere Piemonte, hanno stanziato 24 voucher da 4.000 € l’uno per sostenere, con contributi a fondo perduto, le start-up innovative piemontesi iscritte nella sezione speciale del Registro imprese e impegnate nella produzione di nuovi prodotti o servizi.

I voucher sono ripartiti  secondo la seguente suddivisione territoriale:

  • sino ad un massimo di 20 voucher per le aziende con sede in provincia di Torino;
  • 1 voucher complessivo per le aziende con sede nelle province di Alessandria e/o Asti;
  • 1 voucher per le aziende con sede in provincia di Cuneo;
  • 2 voucher complessivi per le aziende con sede nelle province di Novara, Biella, Vercelli e/o Verbano Cusio Ossola.        

Ai fini dell’attribuzione del punteggio saranno valutati anche aspetti quali:

  • la titolarità di brevetti europei;
  • l’insediamento della start-up presso un incubatore piemontese;
  • la partecipazione a network internazionali, a progetti di ricerca europei nell’ambito del 7PQ e di Horizon 2020, o ai Progetti Integrati di Filiera (PIF) e/o Progetti Integrati di Mercato (PIM) del Ceipiemonte;
  • il fatto che si tratti di un’impresa giovanile, femminile o a vocazione sociale.

Le domande di contributo devono essere inviate a Unioncamere Piemonte, entro il 4 agosto 2014, esclusivamente attraverso posta certificata all’indirizzo: areaprogettiunioncamerepiemonte@legalmail.it

Il bando è on line, insieme alla relativa modulistica, sul sito www.to.camcom.it/bandostartupinnovative

Leave a Reply