• BioUpper 2016: Call for Ideas

    Lancio della seconda edizione del progetto BioUpper, nato dalla partnership tra Novartis e Fondazione Cariplo, in collaborazione con PoliHub e Humanitas.

    BioUpper è una call for ideas volta a formare e finanziare nuove idee di impresa nel campo delle scienze della vita, dando linfa vitale alle iniziative più innovative dei giovani talenti.

    Obiettivo di BioUpper è valorizzare e premiare i migliori progetti per convertire le eccellenze italiane in iniziative imprenditoriali concrete.

    Si rivolge anche a ricercatori e studenti universitari con idee innovative di prodotto e/o di processo, nell’ambito life science, sostenendoli attraverso un programma di formazione imprenditoriale personalizzato che consente un accesso agevolato a risorse, strutture e relazione dell’ecosistema medico scientifico.

    Per partecipare, occorre iscriversi attraverso il sito www.bioupper.com, inviando il progetto entro e non oltre il 30 settembre.

    I progetti verranno esaminati da una giuria costituita da rappresentanti di Novartis, Fondazione Cariplo, PoliHub e rappresentanti del Ministero della Salute e del Ministero dello Sviluppo economico.

    I 20 migliori progetti accederanno a una settimana di formazione dove saranno selezionati 10 progetti che parteciperanno a un programma di accelerazione di 10 settimane.

    Le 3 migliori proposte riceveranno un voucher di 50.000 euro.

    Scarica il bando di partecipazione >>
    Scarica il leaflet >>

  • Piattaforma SPIN per le imprese

    Confindustria ha promosso in collaborazione con lo Sportello Matematico per l’industria italiana del CNR, lo sviluppo di un applicativo utilizzabile online per supportare le imprese nella pianificazione dei propri investimenti in Ricerca e Innovazione.

    La piattaforma SPIN è disponibile online dal 15 luglio 2016.

    L’obiettivo di SPIN è supportare le imprese nella fase di pianificazione degli investimenti, partendo da un quadro chiaro e dettagliato dei costi previsti e dall’individuazione delle risorse disponibili per coprire tali costi, nonché degli strumenti fiscali di incentivo a tali investimenti.

    Grazie a SPIN l’utente sarà guidato a partire dalla costruzione del quadro complessivo dei costi in cui si articola il piano di investimento in Ricerca e Innovazione per i prossimi anni, fino al 2019, a valutare gli effetti delle agevolazioni disponibili.

    Attraverso un semplice percorso di inserimento guidato di dati, l’impresa potrà visualizzare le agevolazioni applicabili alle diverse voci del proprio piano di investimento e quantificare, in prima approssimazione, l’effetto economico derivante dall’utilizzo, anche cumulato, degli strumenti fiscali di supporto per la Ricerca e l’Innovazione. Il sistema, a regime, indicherà inoltre la possibilità di attivare ulteriori strumenti, pubblici e di mercato, a selezione (bandi regionali, nazionali e europei) o di mercato (finanziamenti misti o privati, venture capital, ecc.).

    SPIN nasce per le imprese ed è protetto e compilabile esclusivamente in forma anonima. Ogni elaborazione potrà essere salvata e stampata dall’utente ma il sistema non tratterrà in alcun modo i dati inseriti.

    Le imprese potranno accedere alla piattaforma SPIN direttamente dalla homepage del sito di Confindustria, nella sezione INIZIATIVE E PROGETTI e dai siti di tutte le Associazioni del Sistema Confindustria in maniera gratuita.

    Contatti:
    Assobiotec – Associazione Nazionale per lo Sviluppo delle Biotecnologie
    Area tecnico-scientifica
    Ilaria Lucibello
    Tel. 02.34565304
    E-mail: i.lucibello@federchimica.it

  • Piemonte: Bando IR 2 – Industrializzazione dei risultati della Ricerca

    L’apertura dello sportello per il Bando IR2 – Industrializzazione dei Risultati della Ricerca avverrà il 5 settembre 2016.

    Con il bando IR2, Regione Piemonte intende contrastare il divario tra produzione di conoscenze e successiva commercializzazione in beni e servizi e sostenere l’intera catena del valore che combina la ricerca e l’innovazione, supportando maggiormente lo sviluppo delle fasi di maggiore prossimità al mercato.

    BENEFICIARI: singole imprese di qualunque dimensione o raggruppamenti di aggregazioni di piccole e medie imprese, grandi imprese e organismi di ricerca, esclusivamente nella forma di co-proponenti, su singoli progetti di ricerca industriale e sviluppo sperimentale, con particolare riferimento alle attività di sviluppo avanzato rispetto alla messa in produzione e all’ingresso sul mercato. L’iniziativa ha come target preferenziale imprese di medio-grandi dimensioni, di progetti imprenditoriali configurabili come industry intensive, nonché per una partecipazione da parte degli organismi di ricerca prevalentemente in qualità di fornitori di ricerca contrattuale.
    Alla data di presentazione della domanda, i soggetti proponenti devono soddisfare il requisito che la sede destinataria dell’investimento/attività di R&S risulti attiva e operativa sul territorio della regione Piemonte.

    PROGRAMMI DI INVESTIMENTO AMMESSI: finalizzati all’industrializzazione dei risultati di attività qualificate di ricerca e sviluppo già almeno parzialmente acquisiti (brevetti, licenze, progetti, commesse a centri di ricerca, pubblicazioni, etc.), attraverso cui si dia compimento all’intero ciclo dell’innovazione.

    CONTRIBUTO: le agevolazioni sono previste entro il limite massimo di € 10 milioni per singolo progetto. Gli aiuti sono concessi in forma di: a) aiuto non rimborsabile (c.d. contributo alla spesa) oppure b) agevolazione mista attraverso la possibile integrazione di contributo alla spesa e di aiuto rimborsabile (c.d. credito agevolato).

  • CNR: bandi per ricercatori giovani e di eccellenza

    Al via i bandi del Consiglio Nazionale delle Ricerche – CNR per 82 posti riservati a ricercatori giovani e di eccellenza.

    Sono pubblicati i 25 bandi di concorso per l’assunzione degli 82 ricercatori di eccellenza deliberata dal Consiglio di amministrazione dell’Ente dello scorso giugno.

    Si tratta di 82 unità di personale con contratto di lavoro a tempo indeterminato nel profilo di Ricercatore III livello professionale, a valere sulle risorse assegnate all’Ente dal D.M. 105 (di cui all’art. 1, comma 247, della Legge 28 dicembre 2015, n. 208).

    L’avviso è pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale quarta serie speciale n° 52 del 01 luglio 2016, la procedura informatica per la presentazione delle domande è attiva dalle 10.00 del 1 luglio alle 18.00 del 1 agosto 2016.

    Info tratta da: http://first.aster.it/_aster_/viewNews?ID=35780

  • Fondazione Veronesi: Post-Doctoral Fellowship 2017

    La Fondazione Umberto Veronesi ha scelto, fin dal 2003, di selezionare e finanziare giovani ricercatori e progetti scientifici di valore nell’idea che i giovani ricercatori di oggi saranno gli scienziati di eccellenza di domani.

    A partire dal 30 giugno e fino al 20 settembre 2016 i giovani medici e ricercatori possono partecipare al bando Post-Doctoral Fellowship 2017, che mette a disposizione finanziamenti per borse di ricerca nell’area dell’oncologia, delle malattie cardiovascolari, delle neuroscienze e della nutrigenomica e prevenzione delle malattie.

    La Fondazione ha previsto per l’anno 2017 n.140 borse di ricerca annuali per ricercatori italiani e stranieri che svilupperanno progetti di ricerca in Italia, e n.10 travel grant semestrali per ricercatori italiani che desiderano trascorrere un periodo di lavoro e formazione professionale in un istituto di ricerca straniero.

    Per visionare il bando completo e le modalità di partecipazione è possibile accedere al sito predisposto dalla Fondazione.

    L’elenco dei vincitori sarà pubblicato sul medesimo sito il 20 dicembre 2016.

    Link: http://first.aster.it/_aster_/viewNews?ID=35766

     

  • European Inventor Award 2017

    Si sono aperte le candidature per il premio Inventore europeo 2017, promosso dallo European Patent Office.

    Il premio si rivolge agli inventori eccellenti provenienti da tutto il mondo e da tutti i settori tecnici e scientifici.

    Le candidature possono provenire dal mondo del business, della ricerca, dalle università o da associazioni di Intellectual Property, così come dal pubblico in generale. Agli inventori candidati al premio europeo deve essere stato concesso almeno un brevetto europeo valido per l’invenzione.

    Le categorie nell’ambito delle quali vengono assegnati i premi sono le seguenti:

    • Industria: per le tecnologie eccezionali e di successo brevettate da grandi aziende europee
    • Ricerca: per gli inventori pionieri che lavorano presso università o istituti di ricerca
    • PMI: per le invenzioni eccezionali di piccole e medie imprese (PMI)
    • Paesi non europei: per tutti gli inventori che non sono cittadini europei, ma a cui è stato concesso un brevetto europeo
    • Carriera: dedicato a un inventore europeo la cui dedizione e gli sforzi instancabili – e le invenzioni brevettate – hanno avuto un impatto importante sul proprio campo di intervento tecnologico e sulla società in generale

     

    Per dettagli: http://first.aster.it/_aster_/viewNews?ID=35759

  • Fondazione Gino Galletti: Neuroscience Prize 2017

    La Fondazione Gino Galletti annuncia la pubblicazione del bando per l’edizione 2017 del Neuroscience Prize, concorso biennale volto a premiare un giovane ricercatore europeo, autore di una pubblicazione scientifica nel campo delle patologie neurodegenerative che portano alla demenza.

    Il premio di 10.000 € è aperto a tutti i cittadini dell’Unione Europea che non abbiano compiuto 40 anni al 31 dicembre 2016.

    Il premio sarà assegnato al vincitore in occasione di una riunione scientifica che si terrà a Bologna in data da stabilire.

    In occasione dell’incontro, il vincitore farà una presentazione pubblica dei risultati della ricerca.

    Per ulteriori informazioni: http://first.aster.it/_aster_/viewNews?ID=35746

  • EDCTP Scientific Advisory Committee: Call for Experts

    Lo Scientific Advisory Committee (SAC) è il gruppo consultivo principale della European & Developing Countries Clinical Trials Partnership (EDCTP) e fornisce consulenza strategica e scientifica all’Assemblea Generale EDCTP e alla Segreteria esecutiva (SEC), e la supervisione dell’integrità scientifica del programma stesso.

    EDCTP invita esperti di alto livello provenienti da diversi campi e settori a presentare la loro candidatura come membri del SAC, a partire da gennaio 2017.

    Gli esperti devono avere competenze in uno o più dei seguenti campi:

    • malattie derivanti da una condizione di povertà
    • studi clinici e di ricerca clinica, soprattutto in Africa sub-sahariana
    • rafforzamento della capacità di ricerca e formazione
    • sanità pubblica (tra cui epidemiologia, biostatistica, economia sanitaria, salute globale, salute materna e infantile)
    • sviluppo del prodotto, soprattutto in un ambiente industriale
    • sicurezza di post-registrazione e programmi di efficacia
    • scienze sociali e comportamentali nell’ambito di attività EDCTP2
    • etica
    • questioni sulla normativa clinica

     

    Per tutte le info: http://first.aster.it/_aster_/viewNews?ID=35742

  • Secondo European and Developing Countries Clinical Trials Partnership Programme (EDCTP2)

    Il Secondo European and Developing Countries Clinical Trials Partnership Programme (EDCTP2), partenariato tra Paesi europei e Paesi in via di sviluppo per i test clinici, ha come obiettivo principale quello di contribuire alla riduzione del costo sociale ed economico causato dalle malattie legate alla povertà che si sviluppano nei paesi in via di sviluppo, in particolare in Africa sub-sahariana, accelerando lo sviluppo di nuove medicine, vaccini e diagnosi contro l’Aids, la malaria, la tubercolosi e tutte le malattie e infezioni connesse alla povertà.

    Il programma ha una durata dal 2014 al 2024, e conta su un contributo finanziario totale da parte dell’UE pari a 683 miliioni di euro, proveniente da Horizon 2020.

    In questa seconda metà del 2016, l’EDCTP lancerà 9 bandi per un valore complessivo di 138,6 milioni €, per finanziare progetti di ricerca sulle malattie legate alla povertà in Africa subsahariana.

    Le 5 call già aperte sono:

    1. Vaccines for poverty-related diseases (PRDs)
    2. Research and clinical management of patients in PRD epidemics in sub-Saharan Africa
    3. Strategic actions supporting large-scale clinical trials
    4. Clinical trials and operational research studies to optimise the use of products for poverty-related diseases in mothers, newborns, children and/or adolescents
    5. Strategic actions supporting health systems/services optimisation research capacities in cooperation with development assistance initiatives

     

    Si apriranno tra agosto e ottobre, le seguenti 4 call:

    1. Ethics and regulatory capacities
    2. EDCTP-WHO/TDR Clinical Research and Development Fellowships
    3. Senior Fellowships
    4. Career Development Fellowships

     

    Per dettagli: http://first.aster.it/_aster_/viewNews?ID=35737

  • Webinar Il procurement dell’innovazione nel Nuovo Codice degli Appalti

    Il 13 settembre 2016 si terrà il primo webinar Il procurement dell’innovazione nel Nuovo Codice degli Appalti: regole e nuove forme di partenariato della FPA Academy Premium, la nuova iniziativa nata per formare e valorizzare le persone che lavorano nella e con la PA.

    Il webinar intende approfondire ed analizzare le regole e le nuove forme di partnership introdotte nel nostro ordinamento con l’obiettivo di fornire a stazioni appaltanti e imprese un quadro delle opportunità e la conoscenza degli strumenti a disposizione.
    Nell’ultima parte del seminario è prevista una sessione Q&A con la docente.

    Target: RUP, Dirigenti e funzionari delle stazioni appaltanti, CIO e information officer di enti ed aziende pubbliche, referenti di uffici gare e sales manager delle aziende fornitrici della PA.

    Docente: Paola Conio, Senior Partner Studio Legale Leone ed esperta di procurement pubblico.

    Costi e Modalità di partecipazione: http://www.forumpa.it/webinar-il-procurement-dellinnovazione-nel-nuovo-codice-degli-appalti-regole-e-nuove-forme-di-partenariato?utm_source=newsletter&utm_medium=CRM&utm_campaign=MAILUP

    Acquistando il webinar sarà possibile vederlo anche on demand per 10 giorni dalla messa online del video. Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.