Lanciato il secondo bando transnazionale per progetti di ricerca europei sui sistemi medici

Si è aperta la seconda call transnazionale per progetti di ricerca europei multilaterali sui sistemi medici, nell’ambito di ERACoSysMed, il programma ERA-NET che vede la partecipazione di 15 organizzazioni provenienti da 13 paesi diversi. In particolare, per l’Italia, è coinvolto il Ministero della Sanità.

L’obiettivo di ERACoSysMed è di rafforzare l’implementazione degli approcci “Systems Biology” nella ricerca e nella pratica medica in Europa e in Israele, attraverso il coordinamento e l’integrazione di investimenti.

Il bando mira a sostenere lo sviluppo di progetti che favoriscano l’attuazione di approcci “Systems Medicine” in ambito sia di ricerca clinica sia di pratica medica, finanziando una serie di progetti di ricerca di alta qualità in grado di migliorare la nostra attuale conoscenza della salute e della malattia.

E’ necessario dimostrare il valore aggiunto dei “Systems Medicine” nell’ambito del progetto di ricerca.

Le aree di ricerca coinvolte sono le seguenti:

  • Comprensione della complessità della malattia, diagnosi precoci e ridefinizione dei fenotipi della malattia che comportano una migliore categorizzazione dei pazienti
  • Comprensione dell’influenza delle differenze come genere, età, etnia sugli individui, per lo sviluppo e il trattamento delle malattie
  • Indagine dei primi sintomi comuni fra le malattie come metabolismo, immunologia, ecc., per prevedere la manifestazione e il progresso della malattia
  • Uso del valore prognostico, diagnostico, preventivo e terapeutico del materiale clinico esistente e dei dati o, se il caso, dei modelli appropriati
  • Rifinizione del design sperimentale e di prospettiva della raccolta di dati clinici in nuove coorti con l’utilizzo di modelli computazionali che portano ad una migliore comprensione dei processi biologici che svolgono un ruolo fondamentale nelle malattie complesse
  • Definizione di una chiara strategia per convalidare clinicamente i risultati del progetto

L’Italia partecipa e contribuisce al bando attraverso il Ministero della Sanità e con un budget pari a 600.000€ e dedicato esclusivamente agli IRCCS.

Linee guida >>

Maggiori informazioni >>