Dal made in Italy un farmaco contro il mieloma

La ricerca italiana sbarca al simposio internazionale di New Delhi. Il torinese Fabio Malavasi ha scoperto e studiato una proteina, bersaglio di una medicina rivoluzionaria.

NEW DELHI – La ricerca italiana sbarca al XVI International Myeloma Workshop in corso a New Delhi. E lo fa grazie a un nuovo farmaco, approvato dall’agenzia Europa e in fase di approvazione anche in Italia, diretto contro una proteina scoperta e studiata all’università di Torino da Fabio Malavasi.  E’ la  CD38, ed è  universalmente presente in grande quantità sulle cellule di mieloma multiplo ad ogni stadio della malattia. Stiamo parlando di un tumore del midollo osseo di fatto incurabile ad oggi, la terapia standard è una chemioterapia di combinazione che permette solamente una sopravvivenza a cinque anni dalla diagnosi del 45% circa.

La scoperta dell CD38 ha fornito ai farmacologi un bersaglio molecolare per un anticorpo che possa neutralizzarla, con ciò combattendo il tumore. Il farmaco biologico che fa questo mestiere si chiama daratumumab, è frutto della ricerca Jannsen, ed è il primo di una nuova classe di anticorpi monoclonali che può sia stimolare il sistema immunitario che attaccare direttamente le cellule tumorali del mieloma multiplo. È anche il primo e unico anticorpo monoclonale per il mieloma ad aver dimostrato di essere efficace anche in monoterapia.

Quelli coinvolti nelle sperimentazioni  a oggi sono malati di mieloma multiplo difficili da trattare, perché sono già stati curati con tutte le classi di farmaci disponibili sino a questo momento. Sono diventati refrattari non hanno che pochi mesi di vita . Ma nuovi studi sono in corso con malati appena diagnosticati e quindi “vergini”. Così gli esperti immaginano di poter arrivare, anche per il mieloma multiplo, a cronicizzare la malattia.

Fonte dell’articolo >>

Leave a Reply